Blog: http://Rable.ilcannocchiale.it

Contro la Mafia




"Cumpari, nun sacciu caiaffari, nun sacciu caiaddiri, primu, quand’eru a li stritti, cu lu lavuru e li spisi, pigghiava la valigia e mi ‘ndi iva. Ora nun avi undi mi vaju…Ora ‘nd’avimu a russigghiari, si vulimu veramenti ampari, vinni l’ura mi sviluppammi, la noscia beddha terra, cu lu suli, l’aria e li piaceri umani…".



Mi preme fare un monito, affinchè questi ragazzi, non vengano centrifugati, assieme ai loro "validi" contenuti, nei dannati massmedia...Ascoltiamo, leggiamo, informiamoci, crediamoci, affinchè questa piaga, questo delirio di inciviltà che è cosanostra, possa sradicarsi dalla nostra terra.  
Grazie Locri
Rable

Pubblicato il 5/11/2005 alle 2.39 nella rubrica I cavatappi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web