.
Annunci online

  Rable Un giovane cittadino *europeo?*
 
Diario
 



Pensando...Progettando
Un sogno, un continente...
Un Paese






"La fantasia è un posto dove ci piove dentro"
(Italo Calvino)



La mia terra




 






Book of the week







 




 


25 febbraio 2006

Neofascisti

Giro i canali televisivi raramente, cerco di non guardare la televisione...Puntualmente a diverse ore, mi imbatto su rete4, ognivolta c'è Berlusconi che parla..."Abbiamo fatto, abbiamo risolto, ci siamo riusciti, abbiamo regalato, sono Napoleone, non mi piacciono i soldi, lo faccio per voi"....Dura la campagna elettorale, mi innervosisco se penso a quanto dovremo sopportare ancora. Rabbrividisco, per davvero, se penso all'accordo del centrodestra coi neofascisti e neonazisti, e penso che sia drammatico, vergognoso che i giornali italiani non ne parlino.
Il pensiero che mi assale, invece, quando penso alla vittoria della Cdl alle elezioni è uno solo...: Cosa fare. Ho davvero paura, per il mio paese, per il mio futuro, che tipo di progetto potrei sviluppare in un italia ancor più populista, ancor più da Reality?. Sarebbe avvilente, vedere i miei compaesani credere ancora una volta alle parole di Silvio, farsi nuovamente abbagliare dalla freschezza di questo venditore di fumo. Abile il premier, molto abile...Ed io che  sono una mezzatacca di studente, io che sono una mezzatacca di adulto, probabilmente se l'Italia si dovesse imbarcare, nuovamente, sulla stessa zattera camuffata da transantalitico, lascerò il paese.
Lascerò il paese perchè non accetto che in una coalizione di governo, anzi non accetto che in parlamento si presentino schieramenti che rinnegano la Shoah, che rinnegano l'Europa, che inneggiano al fascismo...Vergogna, dovreste provare solo vergogna.
50 milioni di morti,  l'umanità ha pagato questa cifra alla storia come fosse denaro, unicamente per colpa della ragione usurpatrice, dell'imposizione metodica che quelle correnti predicavano, la cultura della prevaricazione, la cultura delle bestialità hanno fatto implorare al dolore degli uomini la parola PIETA', una pietà che è stata sporcata dal sangue umano martoriato dall'odio più crudo, dall'odio più amaro,  quello che ammira la morte e rinnega la vita, un odio che  uccide violentemente (perchè altrimenti non potrebbe) l'amore...L'uomo è stato flagellato dalle stesse menti, che oggi, si ha il coraggio di rileggitimare, a causa della paura di non arrivare alla maggioranza di governo...No miei cari amici, io non sopporterò un simile affronto, io non accetterò di piegare la testa come purtroppo dovettero fare i nostri nonni...Se loro ci hanno insegnato qualcosa, se la loro sofferenza, se il loro sacrificio è servito a qualcosa, abbiate il coraggio di non calpestare i loro cadaveri, abbiate il coraggio di riflettere, di non introdurre nella nostra esistenza, già del tutto precaria, anche questa nuova ondata di odio...Non accettiamo di sporcarci ancora.




permalink | inviato da il 25/2/2006 alle 18:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

sfoglia     gennaio        marzo
 

 rubriche

Diario
I cavatappi
La parola del Maestro
PD

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

*L'opinione*

Il piccolo di Chieti
La Repubblica
Il Corriere
Il Riformista
L'Unità

*Idee*
Ascanio Celestini

Marco Paolini
Del Teatro
Paolo conte
Emergency
Beppe Grillo Blog
Sinistra Giovanile Pescara

*I bloggers*

Carlop
Luna
Irlanda
Frenesia
lapegiulia
viaggio
Ideuskinki
EdS

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom